RECENSIONI "AMORI & PASTICCI SU FACEBOOK"

L'EDITOR STEFANIA CREPALDI RECENSISCE "AMORI & PASTICCI SU FACEBOOK"


LA VALSUSA RECENSISCE "AMORI & PASTICCI SU FACEBOOK" 

 a cura della giornalista Maria Teresa Vivino.

 

 

 

 

 

 


WRITER'S DREAM, LA PIÙ GRANDE COMMUNITY DI SCRITTORI RECENSISCE "AMORI & PASTICCI SU FB"

a cura di Ramo Selvaggio.

 

Se qualcuno mi dicesse di definire questo libro, io lo chiamerei un'antifiaba, perché di questo si tratta: la fiaba che incontra la realtà e, da essa, viene sconfitta in tutto e per tutto.

Milena, difatti, è l'antieroina perfetta in tutti i sensi: credulona  ma, tanto sfortunata allo stesso tempo, in una serie di "rocamboleschi" eventi, commette sempre la scelta sbagliata. Io l'ho vista come una persona intrappolata nel suo "castello" (come una specie di principessa illusoria, per dire) che non riesce a vedere al di là delle quattro mura sicure in cui ha sempre vissuto (prendi il lavoro poco gratificante di cui non si lamenta, la sua asocialità, in particolar modo il fatto di "aspettare e mai fare il primo passo", ecc...).

In tutto questo, la metafora di Facebook non solo ci sta a pennello, ma provoca anche una seria riflessione sulla realtà: quando questo social network è comparso, la vita di molti è cambiata e molti sono diventati veri e propri Facebook-dipendenti, convinti di poter trovare di tutto in esso, come Milena che cerca l'amore.

Questo desiderio quasi adolescenziale è contrapposto dalla maturità quasi spiccante del quindicenne dark Felice (che devo dire è uno dei miei personaggi preferiti) che nella storia incarna un vero e proprio antiprincipe: un principe che, non può esserlo in quanto troppo giovane per essere l'eroe, e che la principessa non vuole a prescindere perché non appartiene al mondo dei suoi sogni ma a quello della realtà che detesta. A far da cornice (ma non solo) ci sono gli arzilli vecchietti tra cui spicca il grande gigolò Ernest, dai mille segreti. Devo dire che la sua figura è quella che mi ha incuriosita di più, sopratutto per la storia del suo passato.

Naturalmente, in una fiaba, non possono non mancare i cattivi, pertanto ecco Amir, il falso principe, e Ching il carceriere. Ma se abbiamo a che fare con una falsa principessa (in tutti i sensi), anche questi cattivi non possono poi essere così cattivi come sembrano: scopriamo infatti che Amir è un povero diavolo che ha commesso l'errore più grande della sua vita solo nel tentativo di riscattarsi mentre Ching è semplicemente un povero diavolo nulla di più.

Il finale è davvero molto significativo: Milena, perdendo il vecchio (a cominciare dal lavoro oltre che al suo ingenuo sogno), comincia a vivere veramente, realizzandosi a suo modo, forse intuendo che i sogni sono belli ma non sono tutti fattibili e che, se si desidera qualcosa, uno deve darsi da fare per ottenerla o crearla (come nel caso del nuovo lavoro di Milena).

In sostanza un libro davvero molto interessante, scritto bene (c'è ancora qualche errorino ortografico ma non disturba molto), molto scorrevole, che vola via nel giro di poche ore (due nel mio caso) e che lascia un messaggio davvero profondo e attualissimo.


RECENSIONE DEL BLOG PATATARIDENS 

a cura di Desy Icardi

 

Eccone un estratto:

 

Amori e pasticci su facebook è un libro fresco, leggero e dolce come una bevanda estiva, ma non privo di un retrogusto amarognolo che invita alla riflessione e – a prescindere dall’età anagrafica – all’immedesimazione. Milena ha vent’anni ma potrebbe averne tranquillamente il doppio, e questo non la metterebbe al riparo dalle tumultuose disavventure nelle quali andrà a cacciarsi. Insomma, Amori e pasticci su facebook è un libro ottimo per le ragazzine, come per le loro madri e zie.

In fondo, quando si tratta di ridere e combinare “pasticci”, l’età non ha nessuna importanza.


RECENSIONE PUBBLICATA SULLA RIVISTA "IL SALOTTO DEGLI AUTORI"

 

A cura di Aldo Di Gioia

 

Eccone un estratto:

 

"Il libro si presenta subito come una commedia brillante: rapidi scambi, battute sferzanti, verve dinamica, insomma “sangue giovane” scorre come linfa tra le righe. [...] L’Autrice, pur di giovanissima età, affronta gli argomenti in modo sicuro, con maturità, decisione e autorevolezza, pur gestendo gli avvenimenti con guanto di velluto per renderli più accattivanti e donargli quel tocco di femminilità che certo non guasta.[...] La verve dinamica e l’ironia non le mancano certamente e con queste, è in grado di analizzare il fenomeno facebook sviscerandolo ed esaltando il suo lato meraviglioso, all’apertura e alla facilitazione delle conoscenze, ed il suo lato ostile, pericoloso per la scarsa possibilità di controllare situazioni che possono diventare a rischio, e con le quali, Valentina Cavallaro gioca con maestria.

È un libro piacevole, di buona compagnia, dal quale è difficile staccarsi, ironico e a tratti grottesco, una commedia dell’assurdo in tratti moderni che a pensarci bene, è reale descrizione della modernità."


RECENSIONE DALLA TRASMISSIONE RADIOFONICA LICENZA DI LEGGERE...

 

A cura dell'Agente 020

 

“Amori & Pasticci su Facebook” di Valentina Cavallaro si inserisce nel filone dei romanzi rosa leggeri e tuttavia giocando bene con i collaudati pezzi del puzzle riesce a costruire un quadro simpatico e originale.

La storia parte dal desiderio della protagonista, Milena Costa, di trovare un fidanzato per San Valentino, con questo scopo la ragazza si iscrive su Facebook e inizia così il suo percorso in una serie di situazioni tragicomiche e malintesi che la porteranno a riconoscere chi davvero le vuole bene.

Il libro scritto da Valentina è un romanzo leggero ma intelligente con un linguaggio e un registro estremamente piacevole e strappa un sorriso senza pretese.

La storia è volutamente frivola ma non per questo non raggiunge il suo scopo ovvero quello di offrire una serata di svago alle lettrici un po' come una buona fetta di sacher.

 

 


RECENSIONE DEL MAGAZINE CU.SP.I.D.E 

 

A cura di Fabiana Traversi

 

Facebook, Twitter, blog e siti specifici. La rete è un grande e sconfinato territorio che unisce sogni e realtà. Perché non usarlo per trovare un nuovo amore?

Soprattutto alle soglie di S. Valentino. Cosi Milena, centralista che nelle ore libere fa volontariato presso una casa di cura per anziani, decide di tentare la ricerca di un fidanzato bello, alto, maturo. Disponibile da subito. L' unico dubbio è su quale utilizzare. Dopo un attenta analisi degli strumenti e relative ricerche, il vincitore è Facebook ! Social network universale in cui inizialmente si chatta con parenti ed amici, poi si inizia a cercare tra gli amici degli amici; si chiede l’amicizia, invia un messaggio e il gioco è fatto, da lì si parte a chattare e non si finisce più.

Cosi ha inizio una nuova avventura, volta a trovare il principe azzurro. Chat, foto e sms iniziano a volare e riempire la vita della protagonista che nella sua corsa contro il tempo, si imbatte in più incontri e conoscenze. Tra queste spicca Vishal, un attore bello, attento, presente… forse l'altra metà della mela. Ma sarà l’uomo giusto?

Per scoprirlo è necessario uscire dalla rete e fissare un incontro reale. Un caffè, una passeggiata. Un posto affollato in cui poter fuggire se necessario. Ma il destino a volte prende decisioni imprevedibili che cambieranno il futuro.

 

Una brillante e frizzante commedia degli equivoci che coinvolge totalmente il lettore .


RECENSIONE DEL BLOG LEGGERE A COLORI

a cura di Serena Bertoli


Eccone un estratto:

 

"La storia è energica, romantica, spiritosa, alla mano, trasmette speranza e credo che ognuna di noi possa identificarsi almeno un po’ nella protagonista...

A Valentina vanno i miei più sinceri e calorosi complimenti per lo splendido lavoro che ha compiuto! È difficile trovare un’autrice alle prime armi così energica e che sappia già trasmettere tante e calde emozioni"


RECENSIONE DEL BLOG SUSSURRI DI PAROLE

a cura di Antonella Sgueglia


Eccone un estratto


Lo stile di Valentina è così delicato e pungente al contempo che rende fluida la narrazione e le pagine si voltano da sole, senza accorgerti che, puff, il libro è terminato. Per lo meno io l’ho letto in una mattina.

Adoro le scrittrici e gli scrittori che sanno rendere empatici i personaggi; li descrivono con una gaiezza che ti  risultano subito familiari, come se li conoscessi da sempre.

Come ogni buon romanzo, ha la sua morale, ossia non avere pregiudizi nei confronti degli altri senza dar loro la possibilità di farsi conoscere; non accettare l’amicizia di sconosciuti su facebook con l’intenzione di uscirci senza averlo prima conosciuto perché il rischio è grosso.


RECENSIONE DEL BLOG TE LA DO IO LA NARRATIVA!

a cura di Gianluca Gemelli

 

Eccone un estratto:

 

E adesso vi parlo di Amori e pasticci su facebook, di Valentina Cavallaro, un romanzetto originale e spiritoso, quasi una parodia del genere romantico. Siete nauseati dai melensi e malsani romanzi sentimentali, eppure non potete farne a meno? Eccovi la giusta cura: un personaggio principale spiazzante, che rompe gli stereotipi. 

RECENSIONE DA AMAZON

a cura di Alessia *****

 

Leggero eppure profondo

Come prima impressione è un romanzo leggero e divertente, il che per me già sarebbe sufficiente a giustificarne la lettura. Ma la protagonista ha dentro molto di più, i suoi limiti, i suoi scarsi interessi e la passiva accettazione della sua vita ne fanno un personaggio molto interessante che descrive una caratteristica tipica di una parte delle nuove generazioni. La lettura mi ha lasciato un gusto dolce-amaro e mi ha fatto riflettere.